Gnocchi alla romana di teff e zucca

img_4475

È un po’ che utilizzo il teff, prima sotto forma di farina e poi anche in chicchi e vi assicuro che è un ingrediente davvero utile e versatile, soprattutto se, come me, avete eliminato uova e glutine. La sua farina è la migliore negli impasti perché lega molto bene quasi come quella che contiene glutine e i suoi chicchi oltre ad essere molto nutrienti, sono ideali per compattare sformati e polpette. Da qui l’idea di farne gnocchi alla romana, che sono ancora più buoni di quelli preparati con il semolino… Ci ho aggiunto la zucca che è tra i miei ingredienti preferiti di questa stagione e una crosticina croccante che li ha resi golosissimi… Provateli!!!😋

Ingredienti per 2 persone

100 gr di teff in chicchi-350 gr. di acqua-150 gr di zucca cotta e frullata-100 gr di mandorle-2 rametti di rosmarino-olio extra vergine di oliva-sale

In una padella mettere il teff e l’acqua, una piccola presa di sale e portare a ebollizione, poi abbassare la fiamma, coprire con il coperchio e cuocere per 15 minuti senza mai mescolare. Controllate ogni tanto che l’acqua non si asciughi, in questo caso aggiungere poca acqua calda per volta. Passati i 15 minuti, spegnare il fuoco e lasciare riposare altri 5 minuti. Nel frattempo dovreste avere cotto la zucca al forno oppure in padella e averne frullati 150 gr che servono per la ricetta, fate attenzione a far asciugare bene la zucca se la cuocete in padella .Aggiungere il puré di zucca al teff cotto, mescolare bene, regolare di sale e stendere il composto su una teglia allo spessore di 1 cm. circa e lasciarlo raffreddare completamente. L’ideale sarebbe prepararlo il giorno prima e conservarlo in frigo.

Per la crosticina croccante tritare in un mixer gli aghi di rosmarino, aggiungere le mandorle e frullare ancora, quando tutto sarà ridotto in polvere aggiungere olio a filo fino ad ottenere una crema più o meno granulosa a seconda del mixer che avete usato. Questa crema è ottima anche per condire la pasta, basterà stemperarla con un paio di cucchiai di acqua di cottura, versare la pasta e mescolare bene…

Con un bicchiere o un coppa pasta piccolo tagliate il composto di teff e zucca, io ho ottenuto esattamente 12 gnocchi di 4 cm di diametro.

Oliare una pirofila o due tegliette monoporzione, disporre gli gnocchi leggermente accavallati, spalmare la crema di mandorle e rosmarino e infornare a 180 gradi per 20 minuti, poi finire con qualche minuto di grill, ma teneteli d’occhio perché il grill li brucia in fretta.

Lasciarli intiepidire leggermente e… Buon appetito!

 

Con questa ricetta partecipo alla raccolta Integralmente autunno di gocce d’aria

img_4415

Flan di carote alla cannella

 

img_4464

Quello che vi propongo oggi è un antipasto delicatissimo che profuma di feste di Natale.

La dolcezza della carota e il sapore aromatico della cannella rendono questi flan golosissimi e assolutamente da provare se vi piace la cannella. Io ho scelto di accompagnarli con una besciamella leggera e morbida per non coprire il loro sapore delicato.

Ingredienti per 4 persone

Per il flan

5000 gr di carote pulite-200 gr di tofu- olio-sale- 1 rametto di rosmarino- 1 cucchiaino raso di cannella in polvere-1/2 litro di acqua.

Affettare le carote finemente e farle rosolare in padella con olio extra vergine di oliva e una presa di sale per qualche minuto. Aggiungere 1/2 litro di acqua, un rametto di rosmarino legato bene perché non perda nemmeno un ago e cuocere per circa 15 minuti o finché le carote non saranno tenere. A questo punto togliere il rametto di rosmarino e mi raccomando di non lasciare aghi perché rilasciano un gusto amarognolo dopo essere stati frullati. Aggiungere il tofu sbriciolato, cuocere ancora finché l’acqua non si sarà asciugata completamente. Regolare di sale e aggiungere la cannella, mescolare bene e frullare tutto con il frullatore a immersione. Oliare 4 stampini monodose e versare il composto. Infornare a bagno maria a 160 gradi per 30 minuti. Lasciare intiepidire qualche minuto e sformare direttamente nei piatti

Nel frattempo preparare la besciamella:

1/2 di latte vegetale- 20 gr di amido di riso- olio- sale- pepe- una stecca di cannella.

Scaldare il latte vegetale con la stecca di cannella e una presa di sale tenendone da parte un mestolo che andrà miscelato con l’amido di riso e due cucchiai di olio extra vergine di oliva. Quando il latte bolle versarci dentro la crema ottenuta con l’amido, sciogliere bene, mescolare e far addensare. Mescolare ancora un paio di minuti e usarla come base per i flan. Se dovesse addensarsi troppo aggiungete un po’ di latte per stemperare.

Servire i flan sopra la besciamella  e completare con anacardi, semi di zucca tritati, pepe e un’ulteriore spolverata di cannella se  vi piace.

Buon appetito!

img_4468

 

 

Dolcetti di riso alle mele

cereali-senza-glutine-il-risoAvevo in mente di preparare un riso al latte come facevo spesso tanti anni fa, ma poi la consistenza del riso dopo la cottura infinita non mi piaceva….allora aggiungi, addensa  e inforna, sono venuti fuori dei dolcetti davvero buoni. La preparazione è sempre semplicissima anche se un po’ troppo lunga, ma se considerate che fanno tutto prima la pentola a pressione e poi il forno, vale la pena di dargli un possibilità. Vi consiglio di raddoppiare la dose perché sono troppo buoni e 5 sono pochini… Ancora una precisazione, io li ho accompagnati con una salsa di cachi, ma sono ottimi davvero anche solo così, semplici. Spero davvero che li proviate. Buona merenda

img_4449Ingredienti per 4/5 dolcetti

100 gr di riso integrale- 300 gr di latte di riso- 300 gr di acqua-la buccia di un mandarino bio- la buccia di un limone bio-2 stecche di cannella intere- 1 anice stellato-2 manciate di semi di girasole tritati- 2 manciate di uvetta tritata-2 cucchiaio di sciroppo d’acero-4 cucchiai di farina di teff- 1 mela- cannella in polvere a piacere- 2 cachi

Si comincia mettendo in pentola a pressione il riso,il latte, l’acqua, la buccia del mandarino e del limone a pezzi o grattugiata come preferite, la cannella intera e l’anice stellato. Si chiude e si cuoce per 1 ora dal fischio poi si lascia raffreddare per almeno un’oretta senza aprire il coperchio.

La seconda parte prevede la preparazione dell’impasto da cuocere in forno ed è velocissima. Aggiungere al riso i semi di girasole  e l’uvetta tritati, 2 cucchiai di sciroppo d’acero, 4 cucchiai di farina di teff, 1/2 mela tagliata a fettine sottili e popi ancora a metà. Mescolare bene, dovrete ottenere un impasto morbido, non troppo asciutto perché si rassoderà in forno.

Foderare di carta da forno 4 stampini bassi, tipo tarttelletta o crema catalana e mettere sul fondo l’altra metà di mela affettata sottilmente, coprire con l’impasto di riso, livellare bene e infornare a 165 gradi per mezz’ora. Lasciate intiepidire e sfornate.

Per accompagnarli ho semplicemente frullato due cachi con il frullatore a immersione e impiattati insieme