Semplici idee per avere la cena pronta in 15 minuti

Mi piace tanto cucinare con calma, lasciarmi guidare dalle intuizioni del momento per creare un piatto nuovo, assaporare tutti gli aromi e i sapori, riempirmi gli occhi dei colori, vedere la trasformazione quasi magica che avviene durante la preparazione dei pasti quotidiani, quando tutti gli ingredienti si sono perfettamente legati e non esistono piu singolarmente ma sono diventati qualcosa di davvero unico e a volte irripetibile….Ma per quanto questa esperienza mi piaccia e mi faccia stare bene, non sempre ci sono le condizioni ideali per rendere la preparazione della cena un esercizio di meditazione e spesso ci si ritrova ad avere pochissimo tempo per occuparci dei pasti rischiando così di preparare sempre le stesse cose o di dover ricorrere a cibi già pronti, magari surgelati, magari confezionati, poco salutari e privi di vita…

Vorrei darvi alcuni consigli su come riuscire sempre a preparare un piatto completo che vi risolva la cena…Non sto parlando, naturalmente di una cena dall’antipasto al dolce, ma di un piatto unico che sia bilanciato equilibrato saziante e appagante…pronto in 15 minuti.

Per cominciare il mio consiglio è di programmare un menù settimanale. Questo vi aiuta ad avere già le idee chiare su cosa preparare ogni giorno, a sfruttare meglio il tempo a disposizione e ad organizzarvi per preparare in anticipo qualcosa che vi servirà proprio la sera che arriverete tardi, stanchi e affamati. Se proprio non ce la fate a programmare un menù settimanale, cercate almeno di focalizzare quali saranno i giorni più critici così da preparare qualche cosa in anticipo.

Quando cucinate, provate ogni tanto a raddoppiare le dosi della preparazione e congelate il superfluo. Che siano polpette, zuppe il sugo per la pasta oppure delle verdure, vi basterà scongelare la mattina e scaldarle brevemente in padella la sera…oppure, nel caso delle zuppe o delle verdure, potrete ripassarle in padella direttamente da congelate, ci vorrà qualche minuto in più, ma basteranno i quindici minuti che vi ho promesso…Si lo so, non è fresco, non è l’ideale, e non vi sto consigliando di farlo ogni giorno, ma credetemi, se mettete qualcosa di salutare nel freezer, qualcosa che avete preparato voi( o magari una mamma o una suocera di buon cuore), all’occasione ne sarete più che felici, e vi dirò di più, se lo fate una volta, non potrete più farne a meno.

Cucinate i legumi e i cereali una volta alla settimana prevedendo le cene di tutta la settimana in cui vorrete mangiarli. Questo consiglio mette insieme i due precedenti e vi risolve almeno 3 o 4 pasti. Decidete che questa settimana mangerete 2 volte ceci e due volte lenticchie, due volte riso integrale e due volte miglio per esempio, e cucinateli la domenica pomeriggio o in un momento di pace in cui avete più tempo, ricordatevi poi che sono preparazioni che non richiedono la vostra attenzione costante, potete prepararli mentre fate altro,(doccia, pulizie di casa, stiro, giardinaggio). Divideteli già in porzioni separate così quello che non usate rimarrà ben chiuso fino al momento di mangiarlo e poi usate la fantasia, i ceci possono essere una base per polpette insieme al miglio, così come diventare una zuppa con il riso oppure hummus, da gustare con verdure crude o sul pane, così come le lenticchie possono andare a condire un riso oppure una pasta o diventare polpettone o un ragù da mangiare con la polenta…

Cuocete semplicemente con il vapore che si forma nella pentola a pressione, ci vorrà tutto il giorno, ma solo 5-10 minuti di cottura iniziale. La pentola a pressione è uno strumento indispensabile nelle cucine di chi ha poco tempo, ma esiste anche il modo di ridurre ulteriormente i tempi di cottura di legumi e cereali usando questa tecnica: al mattino, prima di uscire di casa mettete in pentola a pressione il cereale o il legume che volete pronto per la sera, accendete il fuoco, lasciate salire la pressione e cuocete 5-10 minuti dal fischio, dopodiché spegnete e lasciate riposare tutto il giorno. Il vapore all’interno della pentola cuocerà perfettamente quello che ci avrete messo dentro e alla sera non dovrete fare altro che riscaldarlo brevemente sul fuoco o saltarlo in padella con altri ingredienti.Per la cottura dei cereali uso sempre la proporzione 1 parte di cereale 2,5 parti di acqua, quindi per esempio per 100 gr di riso userò 250 gr di acqua, ricordatevi di aggiungerci anche il sale; mentre per i legumi uso   1 parte di legumi ammollati 2 parti di acqua e niente sale che va aggiunto solo a fine cottura. Io comunque uso questa tecnica solo raramente e preferibilmente per i cereali; i legumi preferisco cuocerli in modo tradizionale… in ogni caso questo metodo funziona e per le emergenze può essere un’idea.

Cuocete le verdure velocemente. Ci sono diversi metodi di cottura delle verdure, ma il segreto per cuocerle in fretta è elementare: tagliarle in pezzi più piccoli… Si certo, non una grande scoperta, ma a volte per il timore di non fare in tempo si preferisce lasciare perdere le verdure perché richiedono troppo tempo tra pulitura e cottura. Vediamo come procedere per accorciare i tempi. Tanto per cominciare quando organizzate i pasti della settimana potete già prepararvi le verdure sbucciate e lavate per le sere in cui sapete di non avere il tempo. Se si tratta di patate o carote ricordatevi di metterle a bagno nell’acqua dopo che le avete sbucciate perché si ossidano e anneriscono velocemente.Mettetele in un contenitore chiuso nel frigo e saranno belle per qualche giorno. Le verdure a foglia invece, come biete spinaci o insalata, dopo essere stata lavate vanno asciugate bene e poi si conserveranno perfettamente in frigo in un contenitore o anche in un sacchetto di stoffa per qualche giorno. Per quanto riguarda la cottura, invece potete

Cuocerle al vapore. Vi servirà solo poca acqua come base per creare il vapore che fa molto in fretta a bollire, poi una volta messe le verdure nel cestello potrete anche fare altro perché non richiedono nessuna attenzione da parte vostra.Se tagliate le verdure già a fette o a piccoli pezzi, non ci vorranno più di 10 minuti di cottura e le verdure saranno saporitissime.

-Lessarle. Anche in questo caso tagliatele già a pezzi o a cimette se si tratta di broccoli o cavolfiori e oltre alle verdure pronte avrete anche un’acqua aromatizzata  che potrete salare a piacere e usare per preparavi magari un cous cous per la stessa cena o conservare in frigo per cuocerci un cereale il giorno dopo. La lessatura disperde tanti sali minerali nell’acqua che vale la pena conservare e riutilizzare.

– Saltarle in padella. Carote, patate, zucchine, broccoli cavolfiori, cipolle, zucca, peperoni, finocchi, asparagi. Tutte queste verdure  possono essere tagliate a cubetti piccoli oppure anche grattugiate o tagliate a fettine e messe in padella con un filo d’olio e un po’ di sale. Copritele con un coperchio abbassate la fiamma  e lasciatele cuocere per 5 minuti, dopodiché togliete il coperchio e fate cuocere ancora 5 minuti facendo asciugare l’acqua che si sarà formata oppure aggiungendone un paio di tazzine se l’acqua non c’è.Finite alzando la fiamma finché l’acqua non sarà evaporata del tutto e le verdure non sanno cotte.  Regolatevi un po’ in base al tipo di verdura che dovete cuocere perché naturalmente ognuna è diversa, ma se fate un po’ di pratica questo è un ottimo metodo di cottura che mantiene le verdure brillanti e saporite.

Piccole accortezze che ti permetteranno di risparmiare minuti preziosi.

  1. Appena entrate in casa, mettete subito l’acqua a bollire, se vi serve. Attenzione se dovete farci cuocere la pasta, mettete il sale solo dopo che avrà preso il bollore, perché il sale abbassa la temperatura dell’acqua.
  2. Se avete pochi minuti per preparare la cena, una cosa importante è essere focalizzati su quello che state facendo. Concentratevi sul piano di lavoro che deve essere libero e pulito e lasciate fuori mail sms e notifiche varie.
  3.  Visualizzate mentalmente quello che dovete preparare e tirate fuori tutti gli ingredienti e gli attrezzi di cui avrete bisogno, così da non dover aprire e chiudere frigo e armadietti vari mille volte.
  4. Tenete a portata di mano una ciotola abbastanza capiente per mettere tutti gli scarti organici.
  5. Mettete subito nel lavandino quello che non vi serve più e che va lavato, ma fate attenzione a tutto quello che può essere anche solo sciacquato e riutilizzato subito per evitare di ritrovarvi con un lavandino stra pieno di ciotole e posate da lavare dopo. In generale cercate di lavare subito prima di cena quello che avete usato per la preparazione cosi da alleggerirvi il lavoro dopo.

ECCO ALCUNE IDEE CONCRETE PER PREPARARE UNA CENA VELOCISSIMA

Pasta con paté di olive nere e pomodori secchi 

Pasta alla crema di tofu

Pasta con pesto di mandorle e rosmarino: tritare in un mixer gli aghi di rosmarino (3 rametti), aggiungere 100 gr di mandorle e frullare ancora, quando tutto sarà ridotto in polvere aggiungere olio a filo fino ad ottenere una crema più o meno granulosa a seconda del mixer che avete usato.

Pasta con pesto di rucola: Tritare nel mixer 2 mazzetti di rucola con 2 manciate abbondanti di mandorle una piccola presa di sale olio e acqua  per renderlo cremoso.

Cous cous di mais e riso con verdure saltate 

Spaghetti di verdure crude: Con l’apposito attrezzo ricavare dalle verdure degli spaghetti che poi condirete semplice,ente con olio sale pepe, una dadolata di pomodoro fresco, olive, semi macinati…usate la fantasia…

Insalata di tempeh

Insalata di quinoa

Insalata di ceci estiva

Insalata di lenticchie

Insalata di grano saraceno

Insalata alla crema di cannellini

Tofu strapazzato

Farinata

Biscotti farciti al grano saraceno

cereali-senza-glutine-il-grano-saracenoIMG_4911Questa mattina mi sono svegliata con l’idea di preparare dei biscottini per colazione e in meno di mezz’ora erano pronti e avevo già anche risistemato la cucina… Una preparazione davvero semplice e veloce e il risultato è stato davvero interessante.

Siccome era una prova ho voluto farne due versioni, semplici e farciti che a mio avviso sono più buoni… Ecco la ricetta

Ingredienti per 24 biscotti semplici oppure 12 farciti( stra consigliati)

200 gr di farina di grano saraceno-200 gr di farina di teff-60 gr di zucchero mascobado-100 gr di crema di mandorle- circa 100 ml di acqua- marmellata a piacere

IMG_4912Semplicemente unire in una terrina le due farine e lo zucchero, mescolare bene. A parte sciogliere la crema di mandorle con metà dell’acqua e versarla insieme agli ingredienti secchi. Cominciare a impastare come fosse una sorta di frolla, aggiungere altra acqua fino ad ottenere un composto compatto e morbido che non si sbriciola.

Prelevare delle palline di impasto e stenderle sul piano di lavoro direttamente con le mani. Alla fine, se li volete fare farciti, mettete un cucchiaino di marmellata  al centro di metà dei biscotti e  ritagliate il centro dell’altra metà con la forma che desiderate, poi sovrapponeteli e chiudeteli bene.

Infornare a 180° per 10 minuti i biscotti semplici e i ritagli oppure per 13 minuti i biscotti farciti. Lasciate intiepidire e divorateli…Buona colazione! 😉IMG_4903

Insalata ricca di grano saraceno

cereali-senza-glutine-il-grano-saracenoIeri siamo stati al mare, e siccome a noi piace pranzare in spiaggia e io non mangio più pizza e focaccia allora mi sono preparata un’insalata strepitosa che ho accompagnato con un po’ di radicchio di castelfranco, come fosse pane 😉 Ecco la foto di quella che,avendone preparata in abbondanza, mi sono appena mangiata per pranzo

IMG_4818

Ingredienti per 3 persone

120 gr. di grano saraceno- 300 gr di acqua- 150 gr di ceci cotti- 5 falde di pomodori secchi- 2 manciate di rucola-3 cucchiai di pesto di mandorle e rosmarino per il quale vi serviranno 100 gr di mandorle e tre rametti di rosmarino-olio extra vergine- sale- peperoncino oppure olio piccante se vi piace per completare- insalata a vostro gusto per guarnire

Per cominciare tostare il grano saraceno in una padella per qualche minuto mescolando perché non bruci. Aggiungere l’acqua, una piccola presa di sale e portare a bollore, poi coprire con un coperchio, abbassare la fiamma al minimo e lasciare sobbollire per 20 minuti, finché tutta l’acqua non sarà asciugata. Lasciare riposare ancora 5 minuti.

Condire poi il grano saraceno con i ceci,. i pomodori secchi affettati sottilmente e la rucola tritata, aggiungere il pesto di mandorle e rosmarino, per farlo tritare in un mixer gli aghi di rosmarino, aggiungere le mandorle e frullare ancora, quando tutto sarà ridotto in polvere aggiungere una tazzina di acqua e olio a filo fino ad ottenere una crema più o meno granulosa a seconda del mixer che avete usato. Se ne avanzate, conditeci la pasta diluendolo con l’acqua di cottura…é stra buona, regolare di sale, aggiungere un filo di olio extra vergine di oliva oppure piccante e infine servire con dell’insalata oppure da sola….Semplice veloce nutriente deliziosa!

IMG_4817E naturalmente è ancora più buona il giorno dopo…