Le mie pulizie ecologiche- il forno

Secondo appuntamento con le pulizie ecologiche. Spinta dall’iniziativa di Valentina de”L’angolo del focolare”, #puliamoaprimavera su Instagram, ho deciso di farvi vedere come pulisco senza prodotti chimici tutta la casa. Il compito di ieri era il forno e allora ecco come si fa.

Se il forno non è troppo incrostato, ma ha bisogno solo di una passata veloce allora io metto 3 bicchieri di aceto in una teglia, la metto in forno e lo accendo a 100 gradi per mezz’ora, lo lascio intiepidire e poi con una spugnetta o un panno in microfibra di nuovo inumidito con dell’aceto passo tutto il forno. Lo lascio poi asciugare aperto. Questo secondo me è un ottimo mantenimento che, se fatto regolarmente vi garantirà un forno sempre pulito e brillante.

Nel caso di unto incrostato, io faccio una crema  con bicarbonato e aceto che poi uso per pulire tutto il forno, tranne la parte superiore dove c’è la serpentina perchè poi è molto difficile toglierlo, questa parte la pulisco semplicemente con dell’aceto caldo. Una volta passata questa crema bisogna naturalmente sciacquare abbondantemente, lasciare asciugare, e nel caso fossero rimasti degli aloni, passare con un panno inumidito di aceto.

Nel caso di unto veramente incrostato, dopo aver steso bene la crema di aceto e bicarbonato, bisogna accendere il forno a 100 gradi e lasciarla agire per circa 45 minuti. Trascorso questo tempo tutta la crema si sarà asciugata. Lasciare intiepidire e poi rimuovere prcedendo come prima.

Sicuramente questi metodi richiedono un po’ più di tempo e di fatica rispetto agli sgrassatori chimici pensati per il forno, ma questi prodotti, oltre ad inquinare enormemente ed essere tossici anche solo se inalati, lascieranno sempre dei residui sulle pareti del forno che finiranno poi nei vostri cibi, ragione per cui è molto meglio evitarli.
Ieri, in occasione delle pulizie di primavera ho usato il terzo metodo, il più strong, ecco il risultatoimage.jpeg