Biscotti farciti al grano saraceno

cereali-senza-glutine-il-grano-saracenoIMG_4911Questa mattina mi sono svegliata con l’idea di preparare dei biscottini per colazione e in meno di mezz’ora erano pronti e avevo già anche risistemato la cucina… Una preparazione davvero semplice e veloce e il risultato è stato davvero interessante.

Siccome era una prova ho voluto farne due versioni, semplici e farciti che a mio avviso sono più buoni… Ecco la ricetta

Ingredienti per 24 biscotti semplici oppure 12 farciti( stra consigliati)

200 gr di farina di grano saraceno-200 gr di farina di teff-60 gr di zucchero mascobado-100 gr di crema di mandorle- circa 100 ml di acqua- marmellata a piacere

IMG_4912Semplicemente unire in una terrina le due farine e lo zucchero, mescolare bene. A parte sciogliere la crema di mandorle con metà dell’acqua e versarla insieme agli ingredienti secchi. Cominciare a impastare come fosse una sorta di frolla, aggiungere altra acqua fino ad ottenere un composto compatto e morbido che non si sbriciola.

Prelevare delle palline di impasto e stenderle sul piano di lavoro direttamente con le mani. Alla fine, se li volete fare farciti, mettete un cucchiaino di marmellata  al centro di metà dei biscotti e  ritagliate il centro dell’altra metà con la forma che desiderate, poi sovrapponeteli e chiudeteli bene.

Infornare a 180° per 10 minuti i biscotti semplici e i ritagli oppure per 13 minuti i biscotti farciti. Lasciate intiepidire e divorateli…Buona colazione! 😉IMG_4903

Torta di compleanno…

img_4314Questa è stata la torta per il compleanno del piccolo Cristiano, la scorsa settimana. L’ho poi rifatta qualche giorno dopo per un’altra occasione con qualche piccola modifica, ve le mostro entrambe… approvata da tutti, anche dal criticissimo papà di Cristiano…

Ecco la seconda versione

img_4366

La perfezione é ancora lontana, ma è solo questione di allenamento….😄

Il procedimento è piuttosto semplice anche se richiede una preparazione con un po’ di anticipo. È una torta margherita allo yogurt farcita con una crema pasticcera miscelata ad una crema di pistacchi e anacardi che le ha dato una corposità davvero unica. La decorazione con ciliegie sciroppate, che ho messo anche nella farcia, l’ha completata alla perfezione. Ho fatto un’eccezione al mio solito e ho usato zucchero bianco nella crema di pistacchi e anacardi. Sono stata molto indecisa, ma volevo che il risultato fosse più simile possibile ad una crema tradizionale… non la volevo colorata di caramello come sarebbe successo con lo zucchero mascobado… una volta l’anno ci sta, ma non ne sono entusiasta…

INGREDIENTI PER UNA TORTA DI 22 CM

375 gr di yogurt di soia bianco- 170 gr di farina di teff- 40 gr di farina di riso integrale- 90 gr di amido di riso- 135 gr di zucchero mascobado- 1 bustina di lievito cremor tartaro- 75 ml di olio di semi di girasole

Frullare in un mixer lo zucchero per renderlo più fine possibile, poi metterlo in una ciotola insieme allo yogurt e all’olio. Amalgamare bene con una frusta e aggiungere le farine + il lievito setacciati. Mescolare bene fino a che tutti gli ingredienti non saranno ben amalgamati, ma è sempre importante non mescolare piu del necessario. Mettere in una teglia e infornare a 180 gradi per 35 minuti. Fate sempre  la prova stecchino… Lasciare raffreddare.

Nel frattempo preparare le due creme…

INGREDIENTI PER LA CREMA DI ANACARDI E PISTACCHI

50 gr di anacardi ammollati 5/6 ore- 60 gr di pistacchi ammollati 5/6 ore- metà della parte solida di una lattina di latte di cocco da 400 gr – 100 gr di zucchero a velo- 1/2 cucchiaino di vaniglia in polvere

Sciacquare i pistacchi e gli anacardi e frullarli in un mixer fino a ridurli in crema. Aggiungere prima la parte solida del latte di cocco e frullare ancora, poi lo zucchero a velo (ma va bene anche uno zucchero semolato frullato precedentemente per renderlo un po’ più fine) e la vaniglia. Frullare ancora per bene per ottenere una crema super liscia, e mettere in frigo per 5/6 ore a rassodare per bene.

INGREDIENTI PER LA CREMA PASTICCERA

300 ml di latte vegetale a vostra scelta, io ho usato metà riso e metà  mandorla- 30 gr di amido di riso- la punta di un cucchiaino di curcuma- 35 gr di zucchro mascobado.

Versare un mestolo di latte vegetale nell’amido di riso per formare una cremina piuttosto liquida e tenere da parte. Unire la curcuma al restante latte vegetale e scaldarlo sul fuoco fino a portarlo quasi a ebollizione. A questo punto aggiungere la crema ottenuta con il latte e l’amido e sempre sul fuoco mescolare bene con una frusta per qualche minuto. La crema si addenserà subito. Lasciarla raffreddare a temperatura ambiente e poi unirla alla crema di pistacchi e anacardi, ma attenzione dovete tenere da parte 150 gr di crema di pistacchi per decorare la torta in superficie. Rimettere poi tutto in frigo a riposare ancora per qualche ora.

 

Al momento di farcire la torta vi serviranno anche delle ciliegie sciroppate con il loro sciroppo. Io ho usato quelle preparate da me questa primavera… voi potrete usare qualsiasi frutto preferiate, ci stanno benissimo anche dei frutti di bosco…

img_4362

Tagliare la torta a metà e bagnare la metà di sotto con qualche cucchiaio di sciroppo di ciliegie, stendere metà della crema, facendo uno strato piu spesso al centro della torta e più sottile verso il bordo, completare con delle ciliegio sciroppate denocciolate e coprire con la metà di sopra dalle torta. Coprire con la crema rimanente, coprendo anche il bordo intorno e decorare con ciliegio sciroppate e dei ciuffi della crema di anacardi e pistacchi che avete tenuto da parte.

Per la torta che ho preparato per il compleanno, ho usato circa 5 cucchiai di crema di pistacchi e anacardi miscelata con 5 cucchiai di crema pasticcera( che ho fatto più morbida usando 20 gr di amido per 300 ml di latte) per farcire l’interno della torta, mentre per la copertura finale, solo crema pasticcera. Ho decorato con dei ciuffi di crema di anacardi e pistacchi + ciliegie, che ho aggiunto solo dopo averla fotografata. Per la scritta “Buon Compleanno” ho usato una gelatina di ribes home made, ma non è stata esattamente la soluzione più stabile…La crema pasticcera era anche troppo liquida, ma ci stava benissimo perché l’ha ammorbidita al punto giusto.

Due versioni molto simili, ma altrettanto diverse, forse ho preferito quella con la sola crema pasticcera perché è risultata più fresca e leggera.

img_4381

 

 

Con questa ricetta partecipo alla raccolta di ricette “Un dolce senza è buono per tutti” del blog Senza è buono di Letizia.

img_4385

 

E con grande piacere anche alla raccolta di Gocce D’ariaIntegralmente Autunno 2016, ricette con il teff.img_4415

Gnocchi di miglio al pesto di spinaci

IMG_3044Eccomi con una ricettina che volevo provare da tempo e finalmente ieri ci sono riuscita. Non richiede troppo tempo, bisogna solo cuocere il miglio in anticipo, poi sarà tutto velocissimo…. Ecco qui come fare

per 2 persone

Per l’impasto: 200 gr di miglio, 600 ml di acqua, 2 C di farina di riso, 2 C di farina di ceci,1 C di erbe aromatiche (io ho usato timo, timo limone e maggiorana),1 C di olio extra vergine di oliva, 1 presa di sale grosso, 1 C di lievito alimentare in scaglie                                                   Per il pesto: 1/2 tazza di spinaci già cotti, 1 manciata abbondante di mandorle, 1 C di olio extra vergine di oliva, acqua di cottura degli spinaci, o del rubinetto

Mettere il miglio in una pentola, coprirlo con l’acqua, aggiungere una presa di sale grosso e portare a ebollizione. Quando bolle, abbassare la fiamma coprire con un coperchio e lasciare sobbollire per 25 minuti, poi spegnere e lasciare gonfiare ancora per 10 minuti.  Controllate comunque che l’acqua non si asciughi tutta prima dei 25 minuti, in questo caso aggiungetene poca per volta per portare a cottura il miglio.  A questo punto il miglio è stracotto e tenderà a compattarsi, metterlo su una spianatoia, allargarlo per farlo intiepidire. Nel frattempo aggiungere tutti gli altri ingredienti  per l’impasto  e appena si potrà  maneggiare il composto di miglio, impastare tutto fino a formare una palla che andrà  in frigo a riposare ancora mezz’oretta.

Adesso si procede come per gli gnocchi tradizionali, formare dei cilindri che poi si taglieranno a tocchetti piccoli, servirà solo pochissima farina per la spianatoia, una volta tagliati gli gnocchi non si appiccicano più tra di loro come quelli tradizionali.IMG_3046

Cuocerli in abbondante acqua salata, buttandone pochi alla volta, quando vengono a galla, sono pronti.

Per preparare il pesto, sbollentare gli spinaci in poca acqua, scolarli e frullarli insieme alle mandorle e all’olio, regolare di sale, e allungare con dell’acqua per renderlo fluido.

Io ho condito gli gnocchi direttamente nei piatti e ho servito subito, ma volendo si possono passare ancora in padella per amalgamarli meglio al sugo…

Buon appetito!

Con questa ricetta partecipo a Integralmente di primavera di Goccedaria, la raccolta di ricette con ingredienti integrali che per questa stagione ha come protagonista il miglio.integralmente-miglio-rid