Colazione energetica

Ecco la mia colazione di questa mattina. Da qualche giorno mi alzo prestissimo per praticare yoga. Una pratica piuttosto intensa di circa un’ora che mi aiuta a cominciare bene la giornata con energia e buon umore. Questa colazione è stata perfetta per saziarmi e coccolarmi senza appesantirmi.  A metà mattina poi, una spremuta sará sufficiente per arrivare fino a pranzo senza cali di energia.

image
Per 3 bicchieri
2 manciate di grano saraceno soffiato, 1 manciata abbondante di semi di girasole, il succo di 1 mandarino, 1 pera grande(200 gr), 40 gr di mandorle ammollate, 1 tazzina di acqua, 4 datteri, scaglie di cioccolato

Tritate grossolanamente i semi di girasole uniteli al grano saraceno soffiato, bagnate con il succo di mandarino, mescolate bene e tenete da parte. Frullate con un frullatore a immersione le mandorle ammollate, con mezza pera e una tazzina da caffè di acqua, otterrete una crema spumosa. Tagliate a cubetti sia la pera che non avete frullato che i datteri, e ricavate delle scaglie dal cioccolato. A questo punto basterà fare degli strati direttamente nei bicchieri, cominciate con il trito di semi di girasole e grano saraceno compreso tutto il succo, se non è stato assorbito, poi mettete la spuma di mandorle e continuate prima con le pere a cubetti poi con i datteri, completate con le scaglie di cioccolato
Mettete in frigo per qualche ora (io l’ho preparata il pomeriggio per il mattino dopo) e poi portate a temperatura ambiente, 15 minuti prima di divorarlo con grande gusto come ho appena fatto io!

Buona giornata!

con questa colazione partecipo alla raccolta di novembre dell’orto del bimbo intollerante” ospitata da ““Senza è buono”

image

 

Una colazione…cremosa

image
Questa crema è stata uno dei primi esperimenti perfettamente riusciti che risale al periodo in cui stavo cambiando la mia alimentazione. Adoravo perdermi tra gli scaffali delle botteghe di alimenti biologici e vegani dove non ero mai entrata e dove tutto era nuovo, ma al tempo stesso rassicurante. Luoghi un pò magici dai colori caldi dove tutti quei sacchetti di farine legumi cereali erano così rustici e poco appariscenti da farteli adorare al primo sgurdo… Almeno per me era così, ma sono sicura che qualcuno di voi mi può capire…
In quel periodo stavo frequentando un corso di cucina macrobiotica e in uno di quei luoghi avevo trovato e immediatamente comprato un sacchetto di farina kokkoh che proprio al corso avevo conosciuto. Un preparato a base di farina di riso avena frumento e sesamo tostati ottimo per creme budini e per lo svezzamento dei bambini o per i convalescenti…
Con quella farina un pomeriggio mi ero preparata la crema che diventò la mia colazione preferita per molto tempo.
La farina kokkoh ha un sapore molto particolare, davvero ottima, ma ha una cottura di circa 20 minuti, decisamente troppi per una colazione, così poi con il tempo la sostituii con del semolino e poi con la farina di riso integrale come ve la propongo ora…

Per 2 porzioni
30 gr di farina di riso integrale
400 gr di latte vegetale a vostra scelta io ho usato metá latte di mandorla e metá latte di riso
1 pera piccola circa 100 gr.
30 gr. di nocciole
1 C scarso di malto di riso se vi piace molto dolce

Sciogliere in un pentolino la farina con il latte, aggiungere una pera a cubetti e le nocciole tritate grossolanamente.
Portare a bollore mescolando in continuazione e fare cuocere 5 minuti. Spegnere e aggiungere il malto o qualsiasi altro dolcificante preferiate, se pensate che non sia abbastanza dolce, a voi la scelta…
Versare nelle scodelle e gustare calda a colazione, se ne avanzate è ottima anche a temperatura ambiente per uno spuntino pomeridiano.
A me piace questa consistenza un pò liquida, ma se la preferite più densa basterá aumentare la farina…
Sperimentate poi fatemi sapere…

Con questa ricetta partecipo a ben tre raccolte, quella di gocce D’aria, integralmente Raccolta di ricette con farine e cereali integrali
image

Al gluten free friday di gluten free travel and living
image

Ma anche al contest “il buongiorno si vede dal mattino” del blog La tana del riccio a cui da un pò di tempo mi ero ripromessa di partecipare…ed eccomi all’ultimo ce l’ho fatta!!
image