Porridge “tiramisù” alle pesche

imageTiramisù perché è davvero una botta di energia e buonumore… Certo non ha niente a che fare con il classico dolce al mascarpone, ma questa è stata la mia colazione e ne sono stata davvero soddisfatta. Goloso e gustoso, ma decisamente fresco e leggero tanto che può essere preparato anche come dessert a fine pasto o perché no, come merenda  per i bimbi…

La ricetta è semplice e veloce, pronta in 10 minuti…

ingredienti per 2 persone

2 pesche mature, 50 gr di fiocchi d’avena, 1 manciata di semi di girasole, 1 manciata di uvetta, 120 gr di latte di riso o altra bevanda vegetale, ma va bene anche il succo di mela o semplicemente l’acqua, cacao, sciroppo d’acero.

Tritare piuttosto finemente i semi e l’uvetta e poi metterli insieme ai fiocchi d’avena e al latte vegetale in un pentolino. Portare a bollore e cuocere per pochi minuti, mescolando un paio di volte. Poi spegnere e lasciare riposare ancora 5 minuti. Nel frattempo tagliare a cubetti le pesche e sistemarle come base su due piatti da portata, spolverare con un cucchiaino di cacao. Coprire le pesche con il porridge di fiocchi d’avena (volendo potete usare un coppa pasta o uno stampino), spolverare con un’altro cucchiaino di cacao e decorare con lo sciroppo d’acero.

imagePotete mangiarlo subito, così com’è oppure prepararlo e metterlo in frigo, in questo caso mettete il cacao e lo sciroppo d’acero appena prima di servire.

Buon appetito e fatemi sapere se vi è piaciuto questo dolcetto…

Nonostante il cacao e lo sciroppo d’acero, non esattamente a km zero, come prevederebbe il regolamento, questa è stata la mia colazione per l'”Independence day” promosso da Francesca di “Appassionarsi“… Andate a trovarla…

image

 

 

 

Independence day d’autunno

image
L’independence day autunnale è passato e qui vi lascio il mio resoconto. Mi sono divertita tanto a partecipare e ne sono davvero tanto orgogliosa perchè escludendo il riso integrale, il latte vegetale, i semi di zucca e lo zucchero mascobado, ho usato solo ingredienti provenienti dal nostro orto/frutteto… Evviva!!!
image
Ecco cosa ho preparato:

Per la colazione io e Cristiano abbiamo preparato dei tortini di mandorle e carote golosissimi velocissimi e senza glutine
image

Per 6 monodose
120 gr mandorle tritate
60 gr di farina di riso
2 carote grattugiate (75 gr.)
70 gr di zucchero mascobado
1/2 bustina di lievito
40 gr olio di semi
150 gr di latte di riso

Mischiare in una ciotola gli ingredienti secchi comprese le carote e in un’altra i liquidi miscelati brevemente con una frusta o una forchetta.
Versare i liquidi sugli ingredienti secchi, mescolare bene e mettere negli stampini unti.
Infornare a 180 gradi per 45 minuti, lasciarli ancora 10/15 minuti nel forno spento con lo sportello un pò aperto e poi lasciare raffreddare fuori dal forno.
Veramente una ricetta riuscita e un’ottima colazione accompagnata da una tazza di te verde.
image
Per il pranzo abbiamo mangiato un’insalata di cavolo nero e un risotto integrale al radicchio mantecato alla crema di fagioli bianchi
image
Per l’insalata, ho usato le foglie più interne e tenere di un cespo di cavolo nero affettate molto sottili. Ho aggiunto mezza pera, chicchi di melograno semi di zucca, olio evo e sale… Deliziosamente agrodolce…
image

Per il risotto ho usato un riso baldo integrale biodinamico prodotto dalle “Cascine Orsine”,a qualche decina di chilometri da qui. Per me, il migliore.
image
Per 4 persone
250 gr di riso
100 gr di fagioli cannellini secchi
1/4 cespo di radicchio
1/2 cipolla rossa piccola
2 manciate di mandorle ridotte a granella e tostate

Cuocere i fagioli in circa 1/2 l di acqua finchè non siano ben teneri e poi frullarli con poca acqua di cottura cosi da ottenere una crema, molto morbida con cui mantecherete il risotto.
Nell’acqua di cottura avanzata cuocere il riso integrale. Io l’ho cotto in pentola a pressione per 25 minuti,usando per 250 gr di riso, 650 gr di liquido,(in parte acqua e in parte l’acqua di cottura dei fagioli).
Nel frattempo ho stufato per circa 20 minuti il radicchio tagliato sottile con la cipolla aggiungendo poca acqua per volta per non farlo bruciare, ho regolato di sale e ho tenuto da parte.
Quando tutto è cotto semplicemente unire nella padella del radicchio, il riso e amalgamare bene, mantecare con la crema di fagioli e finire con la granella di mandorle tostata…
Delizioso e nutriente…

Con la ricetta dei tortini e quella del risotto partecipo anche alla raccolta di Daria, integralmente
image

Per ora mi fermo qui, ma in arrivo una crema di cachi e mele, spuntino pomeridiano e le polpette di ceci con onda latina e verdure arrosto che abbiamo mangiato per cena… A prestissimo

È quasi Independence day…

image

Manca una settimana esatta all’Independence day autumn edition.
Non mi stancherò mai di fare i complimenti a Francesca del blog Appassionarsi e del blog Un tuffo nell’insalata per la splendida iniziativa che ha ideato e che é al suo terzo appuntamento, quello autunnale, dopo essere partita quasi per gioco il 31 maggio con l’edizione primaverile…

Appassionata di natura, erbe spontanee, autoproduzione e donna di una spiccata sensibilità , Francesca ha proposto di organizzare una giornata in cui autoprodurre tutto quello che mangeremo…le regole sono semplici: utilizzare solo o per la maggior parte prodotti locali, biologici e di stagione, evitando la grande distribuzione e preferendo, invece, mercati, botteghe e piccoli produttori… Per il regolamento dettagliato vi rimando al suo post

Io non ho ancora deciso cosa prepareró, sicuramente ci saranno i finocchi il cavolo nero le mele e forse la zucca… Tutto proveniente dal nostro orto…

E voi, cosa ne dite? Vi va di partecipare? Spero che questa iniziativa coinvolga e incuriosisca almeno uno dei miei quattro lettori….andate a fare un salto da Francesca e tuffatevi!!!

A presto…