Porridge “tiramisù” alle pesche

imageTiramisù perché è davvero una botta di energia e buonumore… Certo non ha niente a che fare con il classico dolce al mascarpone, ma questa è stata la mia colazione e ne sono stata davvero soddisfatta. Goloso e gustoso, ma decisamente fresco e leggero tanto che può essere preparato anche come dessert a fine pasto o perché no, come merenda  per i bimbi…

La ricetta è semplice e veloce, pronta in 10 minuti…

ingredienti per 2 persone

2 pesche mature, 50 gr di fiocchi d’avena, 1 manciata di semi di girasole, 1 manciata di uvetta, 120 gr di latte di riso o altra bevanda vegetale, ma va bene anche il succo di mela o semplicemente l’acqua, cacao, sciroppo d’acero.

Tritare piuttosto finemente i semi e l’uvetta e poi metterli insieme ai fiocchi d’avena e al latte vegetale in un pentolino. Portare a bollore e cuocere per pochi minuti, mescolando un paio di volte. Poi spegnere e lasciare riposare ancora 5 minuti. Nel frattempo tagliare a cubetti le pesche e sistemarle come base su due piatti da portata, spolverare con un cucchiaino di cacao. Coprire le pesche con il porridge di fiocchi d’avena (volendo potete usare un coppa pasta o uno stampino), spolverare con un’altro cucchiaino di cacao e decorare con lo sciroppo d’acero.

imagePotete mangiarlo subito, così com’è oppure prepararlo e metterlo in frigo, in questo caso mettete il cacao e lo sciroppo d’acero appena prima di servire.

Buon appetito e fatemi sapere se vi è piaciuto questo dolcetto…

Nonostante il cacao e lo sciroppo d’acero, non esattamente a km zero, come prevederebbe il regolamento, questa è stata la mia colazione per l'”Independence day” promosso da Francesca di “Appassionarsi“… Andate a trovarla…

image