Gelatina di uva

image
Eccomi con una ricettina semplice veloce e squisita!!!
Approvata anche da papá nonostante lo scetticismo iniziale all’idea che fosse una gelatina…
Il nostro vicino ci aveva regalato una cassetta di uva
“moscato d’Amburgo” e ce ne erano rimasti un paio di grappoli che stavano appassendo, così ecco l’idea di trasformarli in un budino che é risultato dolcissimo nonostante non abbia usato zucchero.
Cristiano non l’ha nemmeno voluto assaggiare, ma lui non ama proprio budini e dolci al cucchiaio…meglio cosi!

Per 6 gelatine piccoline
2 grappoli di uva( circa 700 gr di acini puliti)
1 mela a cubetti piccoli
1,5 C (3 gr di agar agar in fiocchi)

Sgranare l’uva e lavare gli acini,lavare e tagliare la mela a cubetti piccoli. Se é bio potete lasciare la buccia.
Mettere tutto sul fuoco medio senza aggiungere altro. All’inizio controllate e mescolate spesso perché non bruci poi l’uva rilascerà il suo succo. Fate cuocere circa 30/40 minuti finchè la frutta non é morbida, poi passate in un colino a maglie fini ma non troppo aiutandovi con un cucchiaio. Basterà che non passino i semi dell’uva. Questa é l’operazione più noiosa, ma ci ho messo comunque pochi minuti.
Io ho ottenuto 350 gr di succo che ho rimesso sul fuoco con l’agar agar e ho fatto sobbollire per 5 minuti mescolando continuamente. Ho versato nelle formine e dopo che si é intiepidito l’ho messo a rassodare per qualche ora in frigo.
Ottima merenda o dopo pasto.